Presentazione del volume “Venti Anni Di Controcultura”

LUNEDì 9 DICEMBRE

Siamo lieti di presentare un libro impressionante ed unico al mondo per mole e contenuto:
“1965 – 1985 VENTI ANNI DI CONTROCULTURA, Frammenti storici dell’underground italiana” (2018, Ignazio Maria Gallino Editore) racchiude in un imponente volume di oltre novecento pagine, le avventure, le idee e le produzioni di tanti movimenti di contestazione italiani.
http://www.controcultura.info/

Lo presenteremo con l’autore ed editore Ignazio Maria Gallino e con Marco Philopat, Dinni Cesoni, Giuliano Spagnul, Alberto Abo Di Monte.
In chiusura, omaggio musicale alla controcultura con il cantautore Rino Pisani e la Banda degli Ottoni a Scoppio

Come ogni lunedì:
Dalle 18:30 Mercatork a Km 0 e banchetti di autoproduzioni

Alle 20 lezione di Vinyasa Yoga

Dalle 20:30 cena popolare

Alle 21:30 presentazione del libro e dibattito

A seguire omaggio musicale

Posted in torchiera | Leave a comment

02/12/19 Presentazione “Message in a bottle”

Lunedì 2 dicembre 2019

Posted in torchiera | Leave a comment

Completork – non sarà la fine del Mondo

GIOVEDì 14 E SABATO 16 NOVEMBRE

27 anni di radici danno ovviamente i loro frutti…
Cascina Torchiera è lieta di invitarvi a un compleanno ruspante!
L’emergenza climatica attuale ci spinge a rilanciare la nostra lotta a un’apocalisse annunciata.
La risposta è…

GIOVEDì 14 NOVEMBRE

18:30 Mercatork – km0
e autoproduzioni
19:30 Aperitivo a tema:
Antropocene e Attivismo

A partite dalla storia di Berta Càceres e dal massacro dei militanti
indigeni honduregni che difendono il loro territorio, vorremmo
confrontarci con chi già si occupa di queste tematiche. Ci interessa
conoscere e capire il punto della situazione su antropocene e
attivismo a livello cittadino, conscie del fatto che la questione
travalica tutti i confini territoriali.
Antropocene e attivismo con

– Berta Vive Comitato Milano |
https://copinh.org/
https://m.facebook.com/BertaViveMilano/

– Extinction Rebellion | https://m.facebook.com/extinctionrebellionmilano/

Nudoecrudo Teatro

– Off Topic |
https://www.offtopiclab.org/
https://m.facebook.com/offtopiclab/?locale2=it_IT

– Pagiannunz e No Tangenziale – Rete di Salvaguardia Territoriale |
http://www.inventati.org/pagiannunz
https://www.facebook.com/notangenzialeretedisalvaguardiaterritoriale/

Saperi Proibiti
https://saperiproibiti.noblogs.org/

– UAU Un’Ambigua Utopia |
http://archivio-uau.online/

Modera: Alberto “Abo” Di Monte

ore 23.00 “BERTA. Canto alla Terra.” Una produzione di Nudoecrudo Teatro
Dedicato alla vita e alla morte della figura potente e poetica di
Berta Caceres, leader dell’etnia Lenca, nel 2015 Premio Goldman per l’Ambiente. Attivista ambientalista e femminista, martire indigena e popolare, ma, soprattutto, “defensora de la Madre Tierra”.

di e con Alessandra Pasi
drammaturgia Franz Casanova
canto Silvia Salamini
fisarmonica Guido Baldoni
suono Luca De Marinis
luci Rosa Lanzaro

[——————————————————————————-]

SABATO 16 NOVEMBRE

18:00 Il Grande Lupo Bulgaro
spettacolo di marionette con Teodor Borisov

19:00 Yoga class whit Indian music

20:00 Cena performativa
Banda degli Ottoni a Scoppio
Fuocolieri

23:00
Violin Sisters “music from India”

a seguire in sala camino :

Dj Rey
Dj Greta Thunder
+ special guest

Posted in torchiera | Leave a comment

Violin Sisters in concerto 16/11/19

 

Tra i tanti eventi che si terranno in cascina per festeggiare i 27 anni di Torchiera, saranno di nuovo ospiti in concerto le Violin Sisters dall’India che nel tardo pomeriggio accompagneranno anche una lezione di vinyasa Yoga con Alexis.

https://www.youtube.com/watch?v=i2p0jmsXA0w

Lalitha e Nandini Muthuswamy, conosciute come le Queens of Violin o anche Violin Sisters sono tra le migliori maestre indiane, nonché sorelle, di musica classica dell’India meridionale, la musica carnatica: Karnatàk.

E’ considerata uno dei sistemi musicali più antichi del mondo, e si fa risalire addirittura al 2000 a.C. Le composizioni più antiche si basano su una scala di 22 note, mentre oggi vengono utilizzate spesso le 12 canoniche. La combinazione di queste note, da origine
ad un Raga, esposto progressivamente nelle frasi ascendenti e discendenti della melodia, che tende ad illustrare principalmente un’emozione estatica (Bahava). E’ musica quasi esclusivamente devozionale e dedicata alle varie divinità.

Lolita e Nandini appartengono ad un’illustre famiglia di musicisti, che da quattro generazioni fa scuola. Hanno iniziato a suonare all’età di tre anni guidati dal nonno, guru con cui erano solite svegliarsi per gli esercizi di violino alle 3.30 del mattino, momento in cui la mente sembrerebbe essere più sgombra e propensa all’apprendimento. Fin da piccole hanno imparato la disciplina e il rigore che quest’arte richiede per mantenere inalterata una tradizione millenaria.
M. Lolita ha fatto il dottorato in filosofia di musica indiana all’università di Madras con uno studio comparativo tra le tecniche violiniste nella musica classica dell’India dell’Ovest e del Sud.
M. Nandini ha un master in scienze dell’informazione, un altro in musica indiana e il terzo in entomusicologia.
Entrambe hanno pubblicato diversi libri e numerosi articoli sulla musica e sulla religione indiana.

Lezione di yoga con musica dal vivo ore 18:30
Concerto ore 22:30

Posted in torchiera | Leave a comment

14/11/19 Compleanno Tork: “Berta. Canto alla terra” di Nudoecrudo teatro

GIOVEDì 14 NOVEBRE, 27 ANNI DI TORCHIERA

Si parte con lo spettacolo Berta di Nudoecrudo Teatro

Dedicato alla vita e alla morte della figura potente e poetica di Berta Caceres, leader dell’etnia Lenca, nel 2015 Premio Goldman per l’Ambiente. Attivista ambientalista e femminista, martire indigena e popolare, ma, soprattutto, “defensora de la Madre Tierra”.

BERTA. Canto alla Terra
Una produzione di Nudoecrudo Teatro

di e con Alessandra Pasi
drammaturgia Franz Casanova
canto Silvia Salamini
fisarmonica Guido Baldoni
suono Luca De Marinis
luci Rosa Lanzaro

h. 19:30 aperitivo a tema: antropocene e attivismo

h.22:30 spettacolo teatrale

Posted in torchiera | Leave a comment

11/11/19 Presentazione del libro Epicrisi di Ashraf Fayadh

LUNEDì 11 NOVEMBRE

Presentazione del libro EPICRISI (Di Felice Edizioni 2019) Seconda raccolta poetica di Ashraf Fayad, traduzione di Sana Darghmouni.
Ashraf Fayadh, è un poeta di origine palestinese nato in Arabia Saudita. Ashraf è stato processato nel 2014 nel suo paese natale per aver scritto e pubblicato a Beirut nel 2008, la raccolta di poesie “Instructions Within”, pubblicata in Italia con il titolo: “Le istruzioni sono all’interno”, subito ritirata dalla circolazione.

Per i tribunali sauditi le poesie Ashraf che commentano questioni sociali del mondo arabo, come l’esilio, l’amore, la situazione dei profughi, non possono e non devono essere lette. Per questo Ashraf nell’estate del 2014 è stato condannato a morte per il reato di apostasia e per la diffusione di idee blasfeme contro la religione e il profeta. Poi, grazie a una grande campagna internazionale a suo sostegno e molta solidarietà da parte dell’opinione pubblica, le autorità hanno commutato la pena per Ashraf in 8 anni di reclusione e 800 frustate.

Al momento Fayadh è in carcere nella città di Abha e sta scontando la pena ricevendo le 800 frustate a più riprese.

“Epicrisi” è la sua seconda raccolta di versi pubblicata in Italia da Di Felice Edizioni nel 2019.
Noi odiamo tutti i lunedì, ma per rendervi lieto questo, faremo in modo di farvi gustare una Autentica cucina palestinese. E oltre ai sapori, la presentazione di un libro in una modalità completamente nuova. Un libro la cui esistenza stessa è del tutto eccezionale.
Presenti alla serata.:
Sana Darghmouni Curatrice del libro
Tareq Aljabr Poeta
Dario Briani Poeta
Mohi Alddin Cuoco

Posted in torchiera | Leave a comment

Naddei in concerto

GIOVEDI 24 OTTOBRE

Dopo tre album con lo pseudonimo di Francobeat e numerose collaborazioni come produttore artistico, Franco Naddei è uscito con un nuovo progetto a nome Naddei dal titolo “Mostri” in cui reinterpreta in chiave noir elettronica mostri sacri, come De André, Battiato, Ciampi, Tenco, CCCP, Freak Antoni e Rino Gaetano.
Il 24 ottobre Naddei salirà sul palco di Cascina Torchiera per presentare dal vivo questo nuovo live act.
In apertura ascolteremo le note di Stefano Floreani, polistrumentista resident in Cascina, accompagnato dai suoi Pirati.

Ingresso 3 euro.

NADDEI
“Mi chiamo Naddei.
Fino a poco tempo fa ero Francobeat e con lui ho fatto 3 dischi.
Poi sono cambiato ed ora mi chiamo solo Naddei, che poi è il mio cognome.
Con Naddei ho deciso di debuttare con “Mostri”, ad ora un live-act che attende di essere imprigionato in un disco.
I mostri di cui parlo sono i mostri sacri del cantautorato italiano, tutti quelli che mi sono venuti in mente, che ho cercato, ascoltato. Ho scelto le canzoni che raccontassero non solo una storia ma anche un pò la “mia” storia, ovvero quello che credo debbano fare le canzoni.
Le metti in fila e sembra che chi le ha scritte sia un tuo amico di vecchia data, che ti conosce talmente bene che sa come raccontare quello che hai vissuto tu distrattamente, che non sai raccontare o il cui ricordo è annebbiato.
Me ne sono impossessato e le ho rilette, spesso stravolgendo gli originali, in una chiave elettronica dal suono vivo e caldo, dall’ambient alla new-wave, tanti ritmi e poliritmi tutti affastellati addosso alla voce cruda e calda che invita al ballo.
Da qui la divertita definizione di “CANTAUTORAVE”.”

Ecco l’elettronica come la vive Naddei, con un cuore collegato alla pancia e ai piedi.

https://www.facebook.com/naddei1972/

OPENING ACT: STEFANO FLOREANI E I PIRATI
“Sono nato nel 1987 a Cantù, in Brianza, da una bella famiglia, per amore.
Faccio il musicista.
Imparo e scrivo canzoni e musiche.
Mi piace condividere la musica con gli altri, così ho messo insieme I Pirati, un collettivo di artisti dal variabile assetto che mi accompagnano qua e là nelle più varie occasioni.
Mi esibisco in strade, piazze, bar, teatri, e ovunque capiti di farlo.
Negli spettacoli canto e suono la chitarra con qualche effetto e la loop station; a volte mi accompagno con pianoforte o tastiera. Il repertorio è una selezione di canzoni altrui e canzoni mie, a volte trovano spazio anche improvvisazioni strumentali e/o vocali.”

https://www.facebook.com/IPirati/

 

Posted in torchiera | Leave a comment

Kimo/Mkn/SoundWaveSurfers/Wrecksit/Urizi/Oni BY EK4T3 & SWS

SABATO 19 OTTOBRE

Ek4t3 Collective & Sound Wave Surfers introducono:

room1
◼️ KIMO SOUND SYSTEM
Zimo + Petro
https://soundcloud.com/zimo_kimo_sound_6tem
https://soundcloud.com/petrohogre

◼️ MKN BRIGADE
Simo + Dnt + Stefano + La Debs
https://soundcloud.com/simone-benedetti-3
https://soundcloud.com/dnt-d
https://soundcloud.com/frm/la-debs-vs-frm-tribe-session-1

◼️ URIZI JUNGLE (CH)
Onda + Cillus + Jolly
https://soundcloud.com/Jungleriot
https://soundcloud.com/onda-autoproduzioni

room2
◼️ WRECKSIT SOUND [From Bristol U.K.]
Rob-V + Die Nacht + Potatox + 2cbee + Mistykore + Bl4z3y
https://www.mixcloud.com/robvisual
https://soundcloud.com/nachotertre
https://soundcloud.com/potatox-32
https://soundcloud.com/2cbee
https://soundcloud.com/misti23

◼️ SOUND WAVE SURFERS
Davide Blackqirex + MNT
https://soundcloud.com/mnt-manito
https://soundcloud.com/user-242208186

◼️ ONI
https://soundcloud.com/user-121219947

🔸 BODY SUSPENSION // BrutalFreaks
🔸 INSTALLAZIONI // Sanacore
🔸 VISUALS // H y p n o s i s w a v e
🔸 D.I.Y. STANDS BY:
_ Marta Artma
https://www.instagram.com/marta_artma
_ Elisabetta Pirola
https://www.instagram.com/elisabetta.pirola
_ Diego Skruff Malamadre & Blame Society rec.
https://www.instagram.com/blame_society_records
_ H y p n o s i s w a v e
https://www.flickr.com/photos/147235596@N05
+ more info soon..

Ingresso 3€

Flyer by Davide Blackqirex

Posted in torchiera | Leave a comment

Funeralopolis – a suburban portrait

Due amici di vecchia data, la periferia milanese, la musica, la droga: #Funeralopolis, a suburban portrait (2017, regia di Alessandro Redaelli). Un ritratto di periferia, un documentario intenso e controverso senza filtri e censure.

–> ore 21:30 – proiezione NON ufficiale con VASHISH e #Felce, protagonisti del docufilm – #Funeralopolis più dibattito.

Come ogni lunedì:
ore 18 – #Mercatork

ore 20 – lezione di #vinyasaYoga con Alexis

ore 20:30 – cena popolare vegana

Tra Bresso, Sesto San Giovanni e Milano, ci immergiamo nelle vite di Vash e Felce, che insieme fanno musica, si fanno di eroina e condividono tutto. La loro realtà è a volte brutale, spesso comica, tragica e romantica. La loro eterna ribellione non ha una causa, né uno scopo, né una fine. Vash e Felce sono cresciuti a Bresso, tra il campetto da calcio, i murales, le risse e i litigi, le case popolari e gli appartamenti occupati. Si sono incontrati grazie al rap, ai graffiti e la comune passione per l’esoterismo e le droghe e sono diventati amici nonostante due percorsi di vita molto diversi (Felce, già trentenne, è laureato in architettura, Vash, più giovane, si è fermato alla terza media). Registrano canzoni, fanno concerti, passano il tempo, tra lavoretti saltuari e spaccio. Entrambi sono prodotti di Bresso, con il sogno di fuggire dalla città, musicisti di provincia dalla cultura disordinata e amicizie variegate. Funeralopolis non parla di eroina. Non è un’indagine sugli effetti della dipendenza. Non vuole spiegare, né giustificare, né esaltare lo stile di vita dei suoi protagonisti. È, fondamentalmente, un film su due amici. Due ragazzi in cerca del senso della vita, in attesa della morte. Persi in un eterno girovagare in una città che sembra un deserto, parlando di sesso e religione, esagerando con la droga, cantando il degrado e la violenza e danzando tra le tombe di un cimitero.

Funeralopolis è stato realizzato con l’intento di raccontare da vicino le storie e gli ambienti in cui vivono i protagonisti. Questa vicinanza si riflette nell’uso della macchina da presa, così dentro all’azione che si fa compagna di viaggio dei due protagonisti. Vash e Felce la usano come confessionale e platea, rivolgendosi alla camera come se avessero davanti un pubblico, una folla di fan in delirio, pronta ad applaudire ogni loro gesto. La scelta di raccontare il mondo in bianco e nero è dettata dalla necessità di non estetizzare le immagini mostrate e il loro contenuto, uniformando tutti i momenti narrati

https://www.vice.com/it/article/z4jmex/funeralopolis-film-eroina-milano

http://www.funeralopolis.it/

Posted in torchiera | Leave a comment

Extinction Rebellion: Aperitivo Conoscitivo

Posted in torchiera | Leave a comment