16 FEBBRAIO, TORK CIRCUS 3: la biblioteca dei Mutoid

Inaugureremo i nuovi “spazi mutanti” realizzati dalla Mutoid Waste Company per “Bibliotork Interzona Caronia”, il nostro archivio di libri e pubblicazioni di movimento che include un fondo donato da Antonio Caronia, esperto di post-umano: dai fumetti alla narrativa fantascientifica alle fanzine autoprodotte.

Ore 20 presentazione della biblioteca mutoide e cena popolare.
Ore 21:30 presentazione della nuova edizione di “Rave New World, l’ultima controcultura” (Agenzia X) con l’autore Tobia D’Onofrio e Strapper dei Mutoid.

Ore 22:30 musica, fuoco, performance, giocoleria, installazioni

Sala Ottoni:
Meltdown Mickey (Spiral Tribe, SP23)
Matrax (Blame Society)
Orgonauth (Brutal Toys Rec.)
Boy Stout (Freaky Bangerz)
ETK (RMS)

Sala Camino:
live experimental music, a breve info

Chill-out room a cura di LAB57

Visuals by KOBACHI

Ingresso 3 Euro

Posted in torchiera | Leave a comment

Tropic Disco meets Maharishi Hi-Fi (UK)

Posted in torchiera | Leave a comment

Giorni Neri Fest #2

Giorni Neri / DIY Shows Presenta:
–GIORNI NERI FEST #2–

Dopo Rata Negra, Totenwald, Repulsione, 101% Odio e tanti altri, quest’anno la due giorni più gelida di Milano si rinnova con line up nuova e tante altre novità.
Anche quest’anno 10 Gruppi 2 giorni.
il Grind e il Powerviolence faranno da padrone ma non sarà solo musica!
Per ora godetevi la line up e cliccate su “Parteciperò” le prossime novità arriveranno presto!

Programma:

Venerdì 1 Febbraio
(Cascina Torchiera – Piazzale Cimitero Maggiore 18, MI)
(Bus 40, Tram 14)

– Iniziative pre-concerto:
Ore 20:00 cena popolare

Alle 21 presentazione di libri a cura di Bibliotork Interzona Caronia.
L’autore Stefano Gilardino presenterà “La Storia del Punk” (Hoepli, 2017) e “Il Quaderno Punk 1979-1981: la nascita del nuovo rock italiano” (Goodfellas, 2018)

https://www.hoepli.it/libro/storia-del-punk/9788820379452.html

http://libri.goodfellas.it/il-quaderno-punk-ant.html

Stefano Gilardino, scrittore e giornalista musicale, ha iniziato la carriera in proprio, creando la fanzine punk hardcore Senza Nome, all’inizio degli anni Ottanta. È stato redattore di importanti riviste italiane come “Rocksound”, “Speciale Punk”, “Onstage Magazine”, “Dynamo” e “Vida”, e collaboratore di “XL/Repubblica”, “Rolling Stone”, “Bam! Magazine”.

– Sul palco dalle 22:
(Orari e running order coming soon)
// MooM // (Powerviolence – Tel Aviv)
https://moom.bandcamp.com/

// Taste The Floor // (Thrashcore – Roma)
https://tastethefloor.bandcamp.com/

// Neid // (Grindcore – Viterbo)
https://neid.bandcamp.com/

// LULU // (HC Punk – Locals)
https://lulufxc.bandcamp.com/

// Kobra // (Raw Punk – Locals)
https://occultpunkgang.bandcamp.com/album/s-t-2

Sabato 2 Febbraio
(Foa Boccaccio – Via Rosmini 11, Monza)

– Iniziative pre-concerto (A breve info)

– Sul palco:
(Orari e running order coming soon)

// HARM DONE // (Powerviolence – Nantes)
https://harmdone.bandcamp.com/
(UNICA DATA ITALIANA!!!)

// xINQUISITIONx // (Fastcore – Marsiglia)
https://xinquisitionx.bandcamp.com/
(UNICA DATA ITALIANA)

// Contrasto // (HC Legends since 1996 – Cesena)
https://hangedmanrecords.bandcamp.com/album/politico-personale

// Terror Firmer (IT) // (Grindcore – Modena)
https://folklorrecords.bandcamp.com/album/split-7-insomnia-isterica-terror-firmer

// Council of Rats // (Hardcore – Locals)
https://councilofrats.bandcamp.com/

La line up è ultimata quindi non possiamo accettare le vostre richieste per suonare.
Stiamo cercando però chiunque abbia un iniziativa pre concerto da proporre, un banchetto di autoproduzioni e/o Distro da portare, una mano da darci o un posto per far dormire le band.
Scriveteci e vi daremo dettagli!
_______________________

(Running order e prezzo di entrata: coming soon)
Siamo un collettivo non un agenzia di booking, non ci sono prevendite, tessere o cazzate simili, i tuoi soldi rimborseranno le band in tour, sottoscriveranno il collettivo e niente di più, da questo evento non ci intaschiamo nulla e non lo faremo mai!
Nessunx rimane fuori ma nel rispetto del nostro impegno se proprio non puoi permetterti l’entrata dai quello che hai o fai colletta, grazie.

Come al solito:

No Fasci
No Sbirri e loro amici
No Sessisti
Si Distro
Si Presabbene
Si Magia nera

Posted in torchiera | Leave a comment

XXIV Natale Anticlericale

25 dicembre 2018☠️💀Siamo lieti di presentare il XXIV natale anticlericale 💀☠️

Cena degli avanzi ore 21
Performance e sorprese in via di definizione
Autoproduzioni, banchetti e prelibatezze di ogni genere

Dalle 23
Musica a cura di:

Sala Camino:
Tropic Disco Sound System
Hallelugenia
&
Dj Resident Torchiera

Sala Ottoni:
Otolab
Freaky Bangerz

Sala Omar Aziz:
Unit HackLab

In esclusiva planetaria:
Cori di natale
A breve info dettagliate

🤗😈😇🎅💖🐔🌜🌈☃️🎶‼️

Posted in torchiera | Leave a comment

Medio Oriente chiama Medio Oriente

17 E 18 NOVEMBRE 2018

Siamo lieti di presentare due giorni di cibo 🍛🥗🍞🍲🍆🌶️, musica 🎵🎤🎶, film 🎥🎬, libri 📖📕, dibattiti per nutrire l’anima.

❣️

Quale spazio nelle nostre menti sarà riempito dalle immagini del Medio Oriente dove intere zone in questo decennio sono state spazzate via?

Il Collettivo della Cascina Torchiera ha desiderato esporsi e porsi delle domande pubblicamente. Cosa è veramente accaduto dal 2011? E quali sono state le cause che hanno determinato la ribellione prima e lo sfacelo successivo? Per noi il Medio Oriente rimane solo uno spazio di conquista, dove l’esotico si mescola con la paura o un nuovo spazio dove lo sguardo, il nostro, si rivela su panorami inaspettati?
Alcuni nostri amici cucineranno per farci sentire i veri sapori di quelle terre, mentre scrittori, poeti e registi ci racconteranno attraverso le loro opere il loro modo di sentire il Medio Oriente.

☪️

Ma Cascina Torchiera, oltre che un luogo graffiante, resta un luogo di divertimento, quindi le serate si concluderanno con una varietà di artisti che ci faranno danzare fino a tarda notte.

🌞🌈🌜

☮️

Interverrano:
Prof. Sami Haddad, Esperto linguistico presso Università degli studi di Napoli L’Orientale e Docente presso Istituto di Alti Studi SSML Carlo Bo
Fouad Roueiha, giornalista
Andrea Glioti, é giornalista, arabista e ricercatore. Ha lavorato in Siria, Libano, Emirati Arabi, Kurdistan, Giordania e Bahrein. È stato anche attivamente coinvolto nella gestione editoriale di una serie di progetti giornalistici siriani nati sull’onda della rivoluzione.
Estella Carpi, arabista e antropologa sociale. Si occupa di assistenza umanitaria, migrazioni forzate e politiche identitarie nel Levante arabo e, piu’ recentemente, in Turchia.
Per le Poesie, Dario Briani visionario amico della Cascina

Artisti:
Mostra permanente di Hani Habbas

Yousef Wakkas, scrittore

Gassid Mohammed, Docente Università di Bologna e poeta
http://poesia.argonline.it/la-vita-non-fossa-comune-gassid-mohammed/

Tareq Aljabr, poeta
http://www.lebeg.it/index.php?route=product/product&product_id=71

Alì Sheikh Khudr, regista (Siria) è nato a Damasco, Siria. Ha iniziato a lavorare come cameraman e montatore nel 2007 in pellicole locali con giovani registi indipendenti. Il suo primo film è stato un cortometraggio dal titolo “Meal” del 2008, seguito dal suo primo documentario, “City Of Emptiness”, e da un breve film nel 2009, “Room Number Zero”. Il suo film “The Cow Farm” (2016) è il primo documentario di media durata.

https://www.youtube.com/watch?v=k5EHn6uEV_Q

Eyad Aljarod, regista (Siria) è nato a Saraqeb e ha sperimentato la rivoluzione siriana sulla sua pelle, dagli inizi pacifici fino al cruento conflitto finale. Il suo esordio come regista “Lovers’ Notebooks” dipinge il modo in cui il suo paese d’origine è stato duramente segnato dalla rivoluzione. Ha appena completato “The Greatest Sacrifice”, 96 min, © 2018.

https://www.youtube.com/watch?v=W8x6LF8o0aw

Concerti:
Abdo Buda Marconi trio
https://www.youtube.com/watch?v=bAx6aXvua2A

Mazzaj band (Siria)
https://www.youtube.com/watch?v=QT1vQQOqXFM

ZANKO El Arabe Blanco
https://www.youtube.com/watch?v=T9x3YoYLZHw

Ausländerbehörde (Berlino)
https://www.youtube.com/watch?v=SQ9v5j3vRf4

DJ Colonel Abu Diab (Siria)
https://soundcloud.com/mohammad-dibo?fbclid=IwAR1tZdmR6mSr1loTV7yTAf80UVcWEKVvN4GC7RGoak6LYmrsPChEs1KjMDw

Cucina a cura di Riad Khadrawi, Mohi Alddin e Sami Zaaroura

Tecnica
Cascine Torchiera e Giorgio Treccosti

Sabato 17 novembre 2018
11:30
APERTURA CASCINA TORCHIERA+ INIZIO CONFERENZA
13:30
PRANZO
15:30
Presentazione Libro “Di questo mondo” con la presenza dell’autore Tareq Aljabr
16:30
PROIEZIONE FILM “The Cow Farm” con il regista Alì Sheiks Khudr
19:00
GRAN CENA A BUFFET
20:00
CENA
22:00
inizio serata musicale https://www.facebook.com/events/1505288646282489/
Domenica 18 novembre 2018
04:00
MUSICA OFF
15:30
APERTURA PORTE CASCINA TORCHIERA
16:30
Presentazione “La vita non è una fossa comune” con l’autore Gassid Mohammed
17:30
Presentazione libro “Suula via di Damasco – La marcia” con l’autore Youssef Wakkas
18:30
18,15 Film “Lovers Notebooks” di Eyad Aljarod” in connesssione skype
20:00
Concerto “Abdo Buda Marconi Trio”
Posted in torchiera | Leave a comment

I Figli Dello Stupore. La Beat Generation italiana

LUNEDì 12 NOVEMBRE

Presentazione del progetto di Francesco Tabarelli e Alessandro Manca

I FIGLI DELLO STUPORE. LA BEAT GENERATION ITALIANA
libro + dvd

– proiezione di un estratto del documentario di Francesco Tabarelli
– lettura di poesie tratte dal volume I FIGLI DELLO STUPORE. LA BEAT GENERATION ITALIANA a cura di Alessandro Manca
– partecipazione di Gianni De Martino e Aligi Taschera

I beat (o capelloni come venivano chiamati all’epoca) hanno rappresentato uno speciale fenomeno sociale, anticipando la sensibilità all’ecologia, all’anti-militarismo ed ai diritti umani, dando il via a molte lotte di emancipazione e alla cultura underground.
Alcuni dei ragazzi cresciuti nell’Italia in bianco e nero degli anni ‘50 scoprono attraverso Kerouac e Ginsberg un’America esplosiva.
Poesia, letteratura, musica e stili di vita furono coinvolti.

Con questo progetto vogliamo realizzare un racconto “epico” e documentario dell’underground italiano individuando gli elementi narrativi più avventurosi e trasversali: ribellione, adolescenza, ricerca spirituale, viaggio. E poesia.

Un documentario e un volume che ci riportano a quegli anni.
Un progetto che farà sicuramente parlare di sé…
La serata sarà dedicata ad una lettura di poesia della seconda metà degli anni ’60. Poesie scritte da ragazzi che cercavano ostinatamente un senso liberatorio e un rifugio contro la società che li opprimeva nei suoi costumi e nelle sue feroci imposizioni.
Uomini che sentirono perciò il desiderio inconscio di scappare, di trovare un nuovo stile di vita ovunque si potessero trovare. Cosmopoliti universali, sono grandi sognatori e fedeli discepoli della strada, metafora del percorso vitale che ciascuno può intraprendere, oltre che talentuosi scopritori dell’animo umano. Furono catapultati in un universo di bisogni, sensazioni e desideri inedito.
Poesie e immaginari legati a doppio filo agli incontri carnali e frenetici, che hanno portato a scritti che sviscerano tutto ciò che la mente racchiudeva.
A noi rimane traccia di quel richiamo alla vita libera e alla consapevolezza dell’istante.

“Li univa non la conoscenza della scena americana o una qualche ideologia specifica, quanto l’asfissìa per il sistema di vita nostrano, il desiderio di verità, di espressione, di pace, l’antimilitarismo, il rifiuto del consumismo e delle mode, l’anarchismo. La parola d’ordine dal 1964 al 1966 fu ‘Non contate su di noi’” (Gianni Milano).

La estrema risposta che alcuni diedero al Sistema nella seconda metà degli anni sessanta, escludendo, in Italia, il Movimento studentesco che si muoveva su linee prevedibili, rigide e confessionali, era figlia di una società che allettava poco, che stabiliva rapporti con i suoi membri a muso duro. Repressione, illusione, mistificazione, conformismo. I giovani che fecero scelte, a volte ingenue e pericolose, di rifiuto dell’allora nascente Villaggio globale, miravano a divenire santi, persone integrali, non ingranaggi integrati. Tale aggettivo era considerato un insulto…

Gianni Milano

Con il curatore del volume:
Alessandro Manca (Lecco, 1985).
Laureato in Lettere Moderne con una tesi dedicata a ‘Un Weekend Postmoderno’ di Pier Vittorio Tondelli, appassionato e di poesia e letteratura. Da anni studioso e lettore del movimento underground
di poesia in Italia degli anni ’60 e della Beat Generation americana. Scrive poesie e ricerca nelle trasformazioni alchemiche della ‘parola’ nel corso della storia.

e

Gianni De Martino (Angri, 1947) è un giornalista e scrittore italiano.
Nel 1967 ha frequentato a Milano i fondatori della rivista “Mondo Beat“, di cui è stato caporedattore e curatore dell’ultimo numero per Giangiacomo Feltrinelli editore. Dopo aver viaggiato per alcuni anni tra il Marocco e l’ India, ha esordito nella narrativa con Hotel Oasis (Arnoldo Mondadori Editore 1988). Dagli anni sessanta svolge l’attività di giornalista e saggista. Vive e lavora a Milano.

Aligi Taschera (Milano, 1947), attualmente in pensione, è stato psicologo nel servizio sanitario, e poi docente di filosofia e storia nei licei.
Ha partecipato al gruppo provo “Onda Verde” di Milano nel 1967. Ha fondato una delle prime comuni Milanesi. E’ stato attivista del Partito Radicale dal 1972 al 1992.
Attualmente gestisce con un gruppo di studenti la paginawww.cercareunfuturo.wordpress.com

 

Posted in torchiera | Leave a comment

Posted in torchiera | Leave a comment

26 anni di Cascina Torchiera: Tork Circus 2/Rave New World

SABATO 10 NOVEMBRE

Per festeggiare il suo 26° compleanno, Cascina Torchiera presenta Tork Circus 2, una giornata di circo, musica e cultura che si aprirà nel pomeriggio con performance dei saltimbanchi e l’inaugurazione della mostra dell’ironico vignettista siriano-palestinese Hani Habbas.
Dopo la cena popolare, presentazione in anteprima della nuova edizione di “Rave New World, l’ultima controcultura”, (Agenzia X) trent’anni di cultura rave raccontati dall’autore e dall’ospite Mark “4Q” della tribe inglese Total Resistance, fondatore della Sound Conspiracy, che suonerà un live set durante la notte. A seguire circo, musica e socialità.

Programma dettagliato in via di definizione.

“Vogliamo libertà dalla società statica. Libertà di creare le nostre società con le nostre regole. Più che ribellarci contro il sistema, noi viviamo al di fuori di esso. Produciamo musica gratis per chiunque ne voglia e non chiediamo niente in cambio, se
non spazio per girovagare. Ritmi tribali hanno attorniato il nostro pianeta per migliaia di anni. La tecnologia è ciò che noi aggiungiamo a questo ritmo continuo. L’età non importa, il background è irrilevante. Esistiamo adesso e nel futuro. Benvenuti nel nostro stile di vita.”
Vinca Petersen No system, 1999

“Lotta per il diritto alla festa è difatti non una parodia della lotta radicale, ma una nuova manifestazione di essa, appropriata
per un’era che offre tv e telefoni come maniere per “Esserci!”, maniere per “avvicinarsi e toccare” altre creature umane.”
Hakim Bey, T.A.Z., 1995

“…iniziai ad accorgermi che stavamo ballando tutti esattamente allo stesso modo. Ogni figura danzante, con indosso la maschera africana che ballonzolava sulle spalle, come uno spirito forsennato che ne guidasse i passi, era una furia anarchica se presa individualmente, o un insieme irreggimentato se vista nell’insieme. Ero consapevole in modo ossessivo di tutte le mie vene, capillari, pori, sentivo i miei succhi incanalati attraverso condotti di gomma, come gallerie liquide stipate di passeggeri ubriachi. Sangue, idee, sudore e pensieri in un unico vortice comune.”
John Shirley, Ciò che voleva, 1972

Posted in torchiera | Leave a comment

Medio Oriente chiama Medio Oriente

SABATO E DOMENICA 17/18 NOVEMBRE

Siamo lieti di presentare due giorni di cibo, musica, film, libri, dibattiti per nutrire l’anima.

Quale spazio nelle nostre menti sarà riempito dalle immagini del Medio Oriente dove intere zone in questo decennio sono state spazzate via? Il Collettivo della Cascina Torchiera ha desiderato esporsi e porsi delle domande pubblicamente. Cosa è veramente accaduto dal 2011? E quali sono state le cause che hanno determinato la ribellione prima e lo sfacelo successivo? Per noi il Medio Oriente rimane solo uno spazio di conquista, dove l’esotico si mescola con la paura o un nuovo spazio dove lo sguardo, il nostro, si rivela su panorami inaspettati?
Alcuni nostri amici cucineranno per farci sentire i veri sapori di quelle terre, mentre scrittori, poeti e registi ci racconteranno attraverso le loro opere il loro modo di sentire il Medio Oriente. Ma Cascina Torchiera, oltre che un luogo graffiante, resta un luogo di divertimento, quindi le serate si concluderanno con una varietà di artisti che ci faranno danzare fino a tarda notte.

Interverrano:
Prof. Sami Haddad, Esperto linguistico presso Università degli studi di Napoli L’Orientale e Docente presso Istituto di Alti Studi SSML Carlo Bo
Fouad Roueiha, giornalista
Andrea Glioti, é giornalista, arabista e ricercatore. Ha lavorato in Siria, Libano, Emirati Arabi, Kurdistan, Giordania e Bahrein. È stato anche attivamente coinvolto nella gestione editoriale di una serie di progetti giornalistici siriani nati sull’onda della rivoluzione.
Estella Carpi, arabista e antropologa sociale. Si occupa di assistenza umanitaria, migrazioni forzate e politiche identitarie nel Levante arabo e, piu’ recentemente, in Turchia.
Per le Poesie, Dario Briani visionario amico della Cascina

Artisti:
Mostra permanente di Hani Habbas

Yousef Wakkas, scrittore

Gassid Mohammed, Docente Università di Bologna e poeta
http://poesia.argonline.it/la-vita-non-fossa-comune-gassid-mohammed/

Tareq Aljabr, poeta

Alì Sheikh Khudr, regista (Siria) è nato a Damasco, Siria. Ha iniziato a lavorare come cameraman e montatore nel 2007 in pellicole locali con giovani registi indipendenti. Il suo primo film è stato un cortometraggio dal titolo “Meal” del 2008, seguito dal suo primo documentario, “City Of Emptiness”, e da un breve film nel 2009, “Room Number Zero”. Il suo film “The Cow Farm” (2016) è il primo documentario di media durata.

https://www.youtube.com/watch?v=k5EHn6uEV_Q

Eyad Aljarod, regista (Siria) è nato a Saraqeb e ha sperimentato la rivoluzione siriana sulla sua pelle, dagli inizi pacifici fino al cruento conflitto finale. Il suo esordio come regista “Lovers’ Notebooks” dipinge il modo in cui il suo paese d’origine è stato duramente segnato dalla rivoluzione. Ha appena completato “The Greatest Sacrifice”, 96 min, © 2018.

https://www.youtube.com/watch?v=W8x6LF8o0aw

Concerti:
Abdo Buda Marconi trio
https://www.youtube.com/watch?v=bAx6aXvua2A

Mazzaj band (Siria)
https://www.youtube.com/watch?v=QT1vQQOqXFM

Ausländerbehörde (Berlino)
https://www.youtube.com/watch?v=SQ9v5j3vRf4

DJ Colonel Abu Diab (Siria)
https://www.youtube.com/watch?v=xMKEg8oWp_0

Cucina a cura di Riad Khadrawi, Mohi Alddin e Sami Zaaroura

Tecnica
Cascine Torchiera e Giorgio Treccosti

Dalle 11 a notte fonda
programma e orari del weekend in via di definizione…

Posted in torchiera | Leave a comment

Burkinabe Bounty: agroecology in Burkina Faso

LUNEDì 29 OTTOBRE

Siamo felici di presentare Burkinabe Bounty (2018, 38 minuti), il nuovissimo documentario della regista/attivista Iara Lee che approfondisce il tema dell’agroecologia e della sovranità alimentare in Burkina Faso.

Il documentario illustra in particolare le iniziative delle comunità per reclamare le proprie terre, i propri semi, il proprio futuro. Le donne che guadagnano la loro indipendenza con la vendita di birra artigianale Dolo, i giovani che protestano nelle strade per esprimere la loro forte opposizione contro le multinazionali come Monsanto… Combinando arte, musica, cultura e agricoltura i protagonisti del documentario creano una resistenza comune contro i grandi gruppi industriali e i prodotti di importazione. Piccoli e medi agricoltori, attivisti, studenti e artisti mettono al centro della loro azione tematiche quali la formazione delle comunità locali e la riappropriazione dei saperi indigeni, l’istruzione delle generazioni più giovani, la dimensione dell’empowerment delle donne e le relazioni tra i generi nella società, mostrando in questo modo la loro intersezionalità per garantire uno sviluppo sostenibile e inclusivo del Burkina Faso.

Iara Lee: Activist & Filmmaker

https://culturesofresistancefilms.com/

COME OGNI LUNEDì

Dalle 18:
MERCATORK

Alle 20:30:
CENA POPOLARE

Alle 22:
PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO

Posted in torchiera | Leave a comment