Assemblea aperta 03/09/2020

Ciao a tutte e a tutti,
Milano si è fermata. La pandemia ha realizzato l’impensabile bloccando i corpi, la vita sociale, la produzione. Ogni certezza ha vacillato, l’ineluttabilità yuppie del meneghismo militante è stata messa in discussione, ma non è stato come nei film hollywoodiani: nel finale, la sofferenza e la crisi incombente non ci hanno permesso di festeggiare sulle macerie del discorso tossico ben riassunto da #milanononsiferma.

Eppure oggi è un giorno perfetto per dichiarare che, fuori dalle beatificazioni effimere degli angeli della pandemia, c’è una città che non si è mai arresa. Si è fermata, non c’è vergogna in questo, ma non si è arresa. Tante e tanti di noi hanno animato le brigate, le staffette e le colonne della solidarietà. Altre e altri di voi si sono attivati per costruire forme alternative di socialità, d’incontro, di mutuo soccorso. Ancora nell’autogestione, nel sindacalismo di base, nelle associazioni, si è tessuta la trama delle relazioni, delle lotte nel lavoro riconosciuto e non, nel sostegno agli ultimi e alla comunità tutta.
Tutto questo è una parte integrante di Milano, importante, diversamente protagonista di un rimboccarsi le maniche che non si misura in termini di PIL, altezza dei grattacieli, volume di turisti, ma fa dell’inclusione e della solidarietà pratica quotidiana, piuttosto che vocazione elettorale.

È il caso della Cascina Autogestita Torchiera SenzAcqua che da 27 anni osa la pratica della convivialità, dell’autogestione, delle controculture, dentro questa città, anzi meglio, in una delle sue periferie. Cascina Torchiera, al pari di storie che oggi portano il nome di Ri-Make, Lambretta, Fornace, rappresenta la città che non si è arresa, antifascista, migrante, femminile, bambina, e che resiste perché crediamo che una città senza conflitti, informalità, stress alle maglie del diritto, non sia una città pubblica.
Un’epidemia ha rinfrescato la memoria sull’importanza della sanità pubblica, dell’istruzione, del lavoro di cura. Il prezzo pagato da tutte e tutti noi è stato enorme e ingiustificabile. Non permetteremo che sia una tornata elettorale o l’assenza di coraggio della politica maiuscola a mostrare l’asfissia di una Milano normalizzata e privatizzata. Un’epidemia ha mostrato la fragilità della folle rincorsa alla turistificazione e all’aumento dei valori immobiliari, dunque non dimentichiamo quale sarà l’ulteriore prezzo da pagare non appena si esaurirà l’interregno dello stop ai licenziamenti.
Quella del prossimo 19 settembre non può e non deve essere una parata di Torchiera o per Torchiera. Ci piacerebbe fosse una parata di quella città che non si arrende ad una Milano esclusiva e quindi escludente. Di questo luogo sì, ci sentiamo parte integrante.
Non sappiamo garantirvi cosa accadrà poi: un fuoco fatuo o l’inizio di un percorso? Possiamo garantirvi che non siamo un vuoto (d)a rendere, uno spazio privo di identità, un pezzetto di città da mettere sul mercato perché il Comune è indebitato mentre investitori, fondazioni, sviluppatori hanno fame di affari.
Tutte le giunte che abbiamo conosciuto in questi anni hanno sistematicamente disapplicato gli strumenti di legittimazione degli spazi sociali per costringerci e quindi accusarci di essere illegali. A noi questa definizione non crea problemi, e non crea problemi perché crediamo nella legittimità della nostra azione e siamo consapevoli che senza autogestione non esisterebbe alcuna Cascina Torchiera.

Ci piace immaginare che questa parata sia l’occasione per la città dei territori, della cura, dei diritti ma anche la città della creatività piuttosto che delle regole stantie, della festa piuttosto che degli eventi, dell’accessibilità piuttosto che dell’iconicità, della diversità piuttosto che del decoro. Le voci, i suoni, le tappe, le arti performative che metteremo in campo, non devono essere che un pezzetto di quanto coralmente sapremo esprimere. Vogliamo vivere, non solo resistere in una colata di cemento. Vogliamo respirare, non solo ansimare nell’aria che resta. Vogliamo realizzare quello che non hanno previsto, non solo accontentarci delle conquiste di ieri.
Questi appunti sono un invito. Vi aspettiamo tutte e tutti a un’assemblea cittadina che convochiamo il prossimo giovedì 3 settembre, alle ore 20.48, nell’aia della Cascina.

Posted in torchiera | Leave a comment

lunedì 27 luglio dalle ore 15, Ciao Paolo: in ricordo di Paolo Finzi

Posted in torchiera | Leave a comment

1 e 2 agosto GIU’ LA MASCHERA – Fiera del libro anarchico e libertario

Sabato sera, dopo cena, musica live con Kabobo

«K^B°B° è generato dai limiti di una società escludente in cui la presenza del sé “umano” è sostituita da una farsa perenne. L’individuo come account; la comunità come network; l’azione come accumulo di informazioni e in quanto tale esposta, governabile, mercificabile. K^B°B° è il figlio alieno di una società strutturalmente violenta che l’ha plasmato senza riconoscerlo e che non si esime dal sputargli addosso la sua mostruosità. L’individuo rinnegato, sfruttato e rigettato ai margini del mondo. K^B°B° è stato oggetto della volontà di una società performante di cui ha somatizzato le mancanze facendole proprie. Non aspira ad altro che essere considerato e trova rimedio nel castigo: piegarsi o reagire?»

Questo è il racconto del lato mostruoso che si cela in ognuno di noi: la sensazione di indossare una maschera la cui docilità è garantita da un mal celato rapporto di forza. Attraverso la musica e la danza vi si presenta una sorta di allegoria della vita frutto di un esercizio di consapevolezza condivisa.

http://k-b-b.xyz/

Posted in torchiera | Leave a comment

Posted in torchiera | Leave a comment

A Rivista talk – (Ab)usi di polizia e repressione: Italia, Usa

LUNEDI 27 LUGLIO 2020 – H 21.30 – @ Cascina Torchiera

A RIVISTA TALK – (AB)USI DI POLIZIA E REPRESSIONE: ITALIA, USA, MONDO

Le proteste, seguite all’omicidio di George Floyd a Minneapolis (Usa), hanno riportato all’attenzione la gravità degli abusi e delle violenze commesse dalla polizia in tutto il mondo. Contro appartenenti a minoranze, disallineati e fasce deboli.

Ne parliamo con Claudia Pinelli (figlia di Giuseppe Pinelli) ed Eugenio Losco (avvocato). Coordina: Carlotta Pedrazzini (di A-Rivista Anarchica).

Come ogni lunedì, Mercatork dalle 18, yoga alle 20, cena popolare vegan alle 20:30

Posted in torchiera | Leave a comment

Cinema du Desert con Trio Osmosi per Stalking Chernobyl

Cinema du Desert di passaggio in città offre una grande serata!

Siamo lieti di presentarvi il film “Stalking Chernobil exploration after apocalypse”, regia di Iara Lee.

La proiezione del film sarà preceduta dal concerto del Trio Osmosi, composto da Fabio Marconi, Ivo Barbieri e Alberto Pederneschi e da una cena vegan e bio ad offerta libera. Inizio ore 20

JazzMi 2019: https://www.youtube.com/watch?v=LjqZqmfw7j0
Teaser: https://www.youtube.com/watch?v=7T8g_cSKiIk
Teaser: https://www.youtube.com/watch?v=gkZEwrN5-Ss
Un po’ più in la: https://www.youtube.com/watch?v=_V1Kp_5ZX88
Yaram Sızlar Ağrır Başım: https://www.youtube.com/watch?v=7ruSwpOZ2fQ

Posted in torchiera | Leave a comment

Torchiera non si Lega: sabato 11 luglio presidio a difesa della cascina

Sabato 11 luglio alle ore 11 i giovani della Lega di Salvini, pecorelle smarrite tra centinaia di immobili abbandonati della città di Milano, organizzano un presidio davanti alla Cascina Torchiera per ostacolare chi da 27 anni produce cultura attraverso pratiche di autogestione. Chiamiamo a presidio della cascina, per le ore 10 del mattino, tutte le amiche, gli amici e le realtà solidali.
Avremo 49 milioni di ragioni per difendere 27 anni di autogestione!
E sarà una risata…

Posted in torchiera | Leave a comment

Cascina Torchiera Accessibile Senz’Acqua con i Disabili Pirata

Cascina Torchiera Accessibile Senz'Acqua con i Disabili Pirata

Negli ultimi anni come collettivo dello spazio autogestito Cascina Torchiera ci siamo impegnati sul fronte dell'#accessibilità anche e sopratutto per le persone con #disabilità o difficoltà #motorie, abbattendo le #barrierearchitettoniche. In questo puntata della #webseries realizzata da e con i Disabili Pirata, abbiamo raccontato non solo la nostra Storia, ma anche ciò che stiamo portando da decenni come spazio e le numerose personalità, nonché modi di essere! Abbiamo sistemato un #basolato le cui fughe si riempivano di immondizia e di fango, costruito le #rampe per creare maggior accesso alle persone in carrozzina, abbiamo realizzato un #WC riservato alle persone con disabilità o in stato di necessità a regola d'arte seguendo i particolari bisogni e direttive. Abbiamo sistemato e reso accessibile i #giardini / #orti interni e esterni, riparato e costruito un'intera #rampa per il #palco esterno. Abbiamo dato una degna #biblioteca targata Mutoid Waste Company alla raccolta del fondo donato da #AntonioCaronia, esperto di post-umano, e fatto tanti altri lavori.. E ogni giorno un torchierese si alza per andare a riempire l'acqua potabile al cimitero Maggiore afiacente al nostro spazio, perché il Comune di Milano oltre a non riconoscerci come un'identità viva, negli anni '90 per dispetto ci ha bloccato, murando le tubature per l'accesso idrico. Oggi Cascina ha quasi 30 anni ed è più #adeguata e #accessibile di molti bar, ristoranti, trattorie, locali e spazi privati o pubblici milanesi. Eppure siamo ancora dentro un vortice di affarismi immobiliaristici, dove ci sentiamo non solo non riconosciuti e ignorati, ma anche minacciati da una probabile pubblica gara di (s)vendità. Ringraziamo i ragazzi e le ragazze dei Disabili Pirata e del progetto Abbatti Le Barriere. Si ringraziano per un super video-music-lavoro: – Regia fotografia e montaggio – Elia Weyler – Presentato da Andrey Chaykin / Dj Rey Aka Andrey- Colonna sonora by DaDi etro- Si ringraziano inoltre; Teodor Borisov, Giulia Fernanda, il piccolo Brando, Francesca Falcone, Eterna Contraddizione, Tobia D'Onofrio. – LINK sui lavori svolti: https://milano.repubblica.it/cronaca/2018/05/12/foto/milano_torchiera_progetto_disabili_abbatti_barriere-196234453/1/#1 – LINK #Bibliotork fondo Caronia: https://torchiera.noblogs.org/bibliotork-interzona-caronia/ – LINK Blog della Cascina Torchiera https://torchiera.noblogs.org/

Gepostet von Cascina Torchiera am Donnerstag, 9. Juli 2020

Negli ultimi anni come collettivo dello spazio autogestito Cascina Torchiera ci siamo impegnati sul fronte dell’#accessibilità anche e sopratutto per le persone con #disabilità o difficoltà #motorie, abbattendo le #barrierearchitettoniche.
In questo puntata della #webseries realizzata da e con i Disabili Pirata, abbiamo raccontato non solo la nostra Storia, ma anche ciò che stiamo portando da decenni come spazio e le numerose personalità, nonché modi di essere!
Abbiamo sistemato un #basolato le cui fughe si riempivano di immondizia e di fango, costruito le #rampe per creare maggior accesso alle persone in carrozzina, abbiamo realizzato un #WC riservato alle persone con disabilità o in stato di necessità a regola d’arte seguendo i particolari bisogni e direttive. Abbiamo sistemato e reso accessibile i #giardini / #orti interni e esterni, riparato e costruito un’intera #rampa per il #palco esterno. Abbiamo dato una degna #biblioteca targata Mutoid Waste Company alla raccolta del fondo donato da #AntonioCaronia, esperto di post-umano, e fatto tanti altri lavori.. E ogni giorno un torchierese si alza per andare a riempire l’acqua potabile al cimitero Maggiore adiacente al nostro spazio, perché il Comune di Milano oltre a non riconoscerci come un’identità viva, negli anni ’90 ci ha bloccato, murando le tubature per l’accesso idrico.
Oggi Cascina ha quasi 30 anni ed è più #adeguata e #accessibile di molti bar, ristoranti, trattorie, locali e spazi privati o pubblici milanesi. Eppure siamo ancora dentro un vortice di affarismi immobiliari dove ci sentiamo non solo non riconosciuti e ignorati, ma anche minacciati da una probabile pubblica gara di (s)vendita.
Ringraziamo i ragazzi e le ragazze dei Disabili Pirata e del progetto Abbatti Le Barriere. Si ringraziano per un super video-music-lavoro:
– Regia fotografia e montaggio – Elia Weyler
– Presentato da Andrey Chaykin / Dj Rey Aka Andrey
– Colonna sonora by DaDi etro
– Si ringraziano inoltre; Teodor Borisov, Giulia Fernanda, il piccolo Brando, Francesca FalconeEterna Contraddizione, Tobia D’Onofrio.
– LINK sui lavori svolti:
https://milano.repubblica.it/cronaca/2018/05/12/foto/milano_torchiera_progetto_disabili_abbatti_barriere-196234453/1/#1

Posted in torchiera | Leave a comment

Odio il Lunedì – Cascina Torchiera in trasferta a Palazzo Marino

La voce della Cascina Torchiera scuote il Palazzo
Odio il lunedì..in trasferta! 🎵🐔🏴‍☠️

🐔 – Ogni maledetto lunedì da anni viviamo all’insegna della convivialità, della musica, del mercato bio e della libera aggregazione: lunedì 13 luglio, alle ore 18, portiamo la Torchiera sotto le finestre del Comune.

Torchiera sotto attacco? Chiamata alle arti! 🥳
Il Comune di Milano ha pubblicato un avviso per valutare l’interesse su 25 immobili tra cui la nostra Torchiera e lo spazio Ri-Make. Con 27 anni di autogestione alle spalle, non siamo così ingenui da stupirci. Quel che riteniamo inaccettabile è la grottesca definizione di “luoghi rimasti a lungo senza identità”, quando potremmo stilare un interminabile elenco di artiste, intellettuali, ricercatori e liber* cittadin* che da decenni attraversano questi spazi aiutandoci a costruire dal basso eventi culturali e nuove forme di socialità.
E’ tempo di uscire dall’aia e portare il nostro odiato lunedì di fronte alla giunta che ci vede come un vuoto da valorizzare, piuttosto che una sorgente di vita in una metropoli sempre più arida.

Dalle ore 18:00 porteremo in piazza le nostre attività:
– Performance #Mercartork 🍉🍐
– Per la serie #Bibliotork – presentazione del libro “Attitudine riottosa. Anarcopunk in UK” di Giulio D’Errico (AgenziaX, 2020) con l’autore e l’editore. 📜
– Ottoni a Scoppio 🎼🎷🎺🥁🎻🎸
#Giocoleria – Artist* #Circensi#Teatro
– Libere #danze sulla vera terra di Milano aperte a tutti
#YOGA
– & Tanti interventi 🎤

L’evento si svolgerà nel rispetto delle regole sul distanziamento.

Posted in torchiera | Leave a comment

NonEvento al Lido Senzacqua – bagno musicale in Cascina

Vi invitiamo al primo NonEvento della stagione…
A un bagno musicale e di sudore al lume di zampirone.
Giochi d’acqua, birrette e mascherine in frizzante compagnia delle vostre amate galline.

Selezione musicale by Tropic Disco Sound System & special guests.

Posted in torchiera | Leave a comment