Fermare il TAV deve essere obiettivo di tutti. Solidarietà a Luca e a tutto il movimento NoTav

Dopo il corteo a Milano del 18 febbraio, dopo la grande marcia di sabato scorso, dopo il pestaggio indiscriminato subito dai manifestanti milanesi quella sera alla stazione Porta Nuova di Torino, dopo lo sgombero della baita Clarea e il ferimento di Luca Abbà. Dopo giornate di blocchi autostradali, resistenza, intimidazioni e solidarietà.

Dopo tutto questo vogliamo ribadire con forza la nostra solidarietà a Luca.

E con lui a tutti quelli che in questi giorni stanno resistendo al violento tentativo di allargamento del cantiere in Valsusa e a tutti quei compagni che in ogni luogo stanno mostrando attivamente cosa significano parole come complicità e solidarietà.

Negli ultimi giorni, televisioni e giornali si sono spesi in ogni modo possibile per dimostrare quanto fare il giornalista oggi voglia dire essere completamente asserviti al potente di turno.

Questo video è un piccolo contributo per fare chiarezza su quel che è successo alla Stazione Porta Nuova di Torino sabato 25 al ritorno dalla partecipatissima marcia in Valle.

 

CASCINA AUTOGESTITA TORCHIERA SENZACQUA

This entry was posted in no tav and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *