comunicato sull’irruzione delle forze dell’ordine di giovedì 7 marzo [AGGIORNAMENTI]

*UPDATE*
Ringraziando tutti per la solidarietà mostrataci in questi giorni
, confermiamo che l’irruzione di settimana scorsa non è assolutamente legata alle attività della Cascina Torchiera, ma è un’immotivata conseguenza di un’operazione dei Carabinieri di Vigevano finalizzata all’arresto di decine di persone in tutta la lombardia ritenute responsabili di sfruttamento della prostituzione, qui il comunicato Ansa.

Rimaniamo comunque all’erta!

Cascina Autogestita Torchiera senzacqua

SBIRROGiovedì 7 marzo 2013,

Ore 11: Arrivando in Torchiera troviamo il portone di ingresso sfondato e numerose porte interne divelte.

Cercando di informarci, veniamo a sapere che alle 9 un ingente schieramento di polizia e carabinieri si è presentato nel piazzale antistante la Cascina. Alcuni sono entrati ad armi spianate, causando i danni appena descritti.

Per una serie di ragioni e per le strane dinamiche di quanto è successo, ci appare evidente che questa incursione non ha nulla a che fare con le attività della Torchiera, quanto più con il contesto che la circonda. Quello che sappiamo infatti è che la situazione del quartiere Certosa-Garegnano è la stessa degli ultimi due anni, e al di fuori delle mura della cascina hanno luogo ormai quotidianmente: sfruttamento minorile, spaccio di droga e racket della prostituzione.

Questi fenomeni hanno da sempre trovato la nostra più ferma opposizione, come esattamente un anno fa abbiamo espresso in questo comunicato

Le responsabilità di forze dell’ordine e amministrazione comunale sono evidenti, dallo sgombero di Triboniano, fino alla colpevole cecità con cui si è guardato a questo quartiere, capace di attirare l’attenzione o in funzione di un aumento della militarizzazione del territorio (le varie emergenze-sicurezza) o quando si trova qualche nuova area da cementificare, magari in ottica Expo.

Qualsiasi sia la motivazione dietro questa irruzione, è inaccettabile che le forze dell’ordine siano entrate in uno spazio sociale. Solo una persona in divisa sarebbe capace di collegare la Cascina Torchiera a queste dinamiche di sfruttamento del disagio e della povertà, alle quali da sempre si contrappone creando proprio quegli spazi di consapevolezza e socialità che in questa occasione sono stati militarmente violati.

CASCINA AUTOGESTITA TORCHIERA Senzacqua

Stiamo cercando di capire meglio cosa è successo. Seguiranno aggiornamenti.

This entry was posted in anti-fascismo, no expo, torchiera and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

1 Response to comunicato sull’irruzione delle forze dell’ordine di giovedì 7 marzo [AGGIORNAMENTI]

  1. Pingback: MilanoInMovimento — Torchiera Senzacqua: comunicato sull’irruzione delle forze dell’ordine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *